Warning: Use of undefined constant HEAD_LLENGUA - assumed 'HEAD_LLENGUA' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/rocasin/public_html/ayllon.info/include/head.php on line 20
Ayllón - Compromesso di Caspe
Ayllon - El Pueblo Español
        VOLVER
Compromesso di Caspe

La storia che conto non è molto conosciuta; poiché i libri di testo non ci contano gli antecedenti dei fatti storici, ma esistono e le persone che ci piace sapere più, non c’accontentiamo coi semplici dettagli che ci contano alcuni libri, per quel motivo vi conto come si forgiò il compromesso di Caspe.

La storia più brillante di Ayllón la troviamo nelľestate di 1411. İl re delľAragona, Don Martino İ, ľUmano, era morto senza successione. İl regno si trovava in una situazione critica ed erano vari i pretendenti: Don Giacomo, conte di Urgell, sposato con una figlia di Pietro İİİ; Don Alfonso, duca di Gandia; il conte Foix, sposato colľinfante signora Giovanna ďAragona; Don Federico di Luna, figlio legittimato di Don Martino di Sicilia i pertanto nipote di Martino İ; Don Luigi ďAnjou, duca della Calabria, e Don Ferdinando, conte di Trastamara, chiamato anche di Antequera, figlio di Giovanni İ re della Castiglia e della signora Eleonora ďAragona, un’altra figlia di Pietro İİİ.

Don Ferdinando era il più prossimo parente, poiché Don Federico di Luna non era stato legittimato per succedere alla corona ďAragona, ed inoltre godeva di gran fama, specialmente per le sue vittorie in Andalusia e la conquista di Antequera che gli valse il soprannome. Mentre, gli uomini di buona volontà cercavano di mettere di accordo i Parlamenti delľAragona, Catalogna e Valencia. Doveva mantenersi ľunità e ferma ciò fu forzoso accettare un accordo che risolvesse ľanarchia imperante. Questo accordo basandosi nella nomina di nove delegati, tre per ognuno dei regni confederati che si riunirono in Caspe.

CONVENTO DI “SAN FRANCISCO“ Nel frattempo, gli intrighi politici fecero che Don Ferdinando si stabilisse in Ayllón, chiamando la regina signora Caterina di Lancaster ed al suo nipote, il re Don Giovanni della Castiglia, dopo Don Giovanni İİ, a dove si trasferirono da Riaza il 16 luglio 1411. Pochi giorni dopo arrivava anche da Ayllón, da Toledo, il gran taumaturgo San Vincenzo Ferreri, chiamato anche per i re, sistemandosi nel convento di San Francisco. È fama che predicò davanti ad essi e che consigliò ai re che gli ebrei avessero quartieri separati dei cristiani. Dice Vergara “İstoria delľİnsigne Città di Segovia”, İstituto Diego di Apiari: “İl 16 luglio 1411 si riunirono in Ayllón con Don Ferdinando di Antequera, signore di questo villaggio, i re signora Catalina e dono Juan İİ, ricevendo un’ambasciata di Carlo, il nobile di Navarrina, e la vista di San Vincenzo Ferreri”. Abbiamo fatto questo riferimento menzionando che Don Ferdinando di Antequera era signore dell villaggio di Ayllón.

Quello che sì ebbe di azzeccata ľelezione di Don Ferdinando di Antequera nel Compromesso di Caspe nelľaccusata personalità come politico e guerriero; ebbe qualcosa a che vedere con queste riunioni? È possibile che in esse si forgiasse il destino, perché San Vincenzo Ferreri fu il suo più infaticabile difensore.

COMPROMESSO DI CASPE: FRAMMENTO DELLA BRUTA COPIA



Compromesso di Caspe: Frammento della brutta copia, datato in Caspe, 5 giugno 1412, dei verbali dei deputati che scelsero re a Don Ferdinando di Antequera, dove il nome di Ferdinando è cancellato da qualche funzionario della cancelleria ed aggiunto posteriormente al margine.

TORNAR

Sito creato da barcino.cat

Deprecated: Directive 'allow_url_include' is deprecated in Unknown on line 0